Come innovare il lavoro di agente immobiliare

Questo articolo fa parte della rubrica “storie di innovazione”: uno dei contenuti extra diDa grande farò l’innovatore

COME INNOVARE IL LAVORO DI AGENTE IMMOBILIARE

La storia di innovazione di Matteo Nencioni che mi ha parlato della sua “Matteo Nencioni Immobiliare

Ho “conosciuto” Matteo grazie a Instagram. Girando per il famosissimo social network delle foto (almeno una volta era così) mi sono imbattuto nel suo profilo: @immobiliarenencioni.it

Essendo abbastanza amante delle riviste di architettura pensavo di stare navigando in un profilo dedicato proprio a questo. Ho visto foto di interni curati, con un la giusta illuminazione e con degli interni molto ordinati. Dopo poco, invece, mi sono reso conto che stavo guardando la bacheca di un’agenzia immobiliare. Ne sono rimasto stupito.

Perché?

Perché Matteo, a differenza di molti suoi colleghi non ha un profilo Instagram per moda (“perché ci sono tutti e ci devo essere pure io”). Matteo svolge il suo lavoro anche grazie a questo social network e la differenza è notevole e si vede!

Qui sotto ti riporto gli “screenshot” di due bacheche di agenzie immobiliari. Una è quella di Matteo, una no!

Guardale bene!

Secondo te, qual è la bacheca di Matteo?

Sì lo so, dopo l’introduzione fatta la risposta è semplice: la seconda! Si capisce da come è organizzata, dal fatto che ha una logica ben precisa, dal fatto che ogni foto racconta una storia.

Ora mi potresti rispondere che Matteo, giovane agente immobiliare, è semplicemente più bravo a usare i social network degli altri suoi colleghi. 

Questo dubbio ce l’ho avuto pure io, per questo ho deciso di chiedergli se potevo fargli qualche domanda. Per capire se quella di Matteo è una storia di innovazione. Volevo capire se Matteo poteva raccontarmi come si fa a innovare il lavoro di agente immobiliare.

Di seguito le mie domande e le sue risposte!

Matteo Nencioni | Professione: Agente Immobiliare

Matteo Nencioni

“Appassionato dell’abitare. Mi occupo di Case ma soprattutto di Persone che devono venderle o comprarle.”

Ciao Matteo, mi potresti parlare della tua professione?

Sono un Agente Immobiliare in costante evoluzione, appassionato di design, di case e di tutto ciò che riguarda l’abitare in genere. Ho iniziato come geometra nel 1999, poi nel 2006 ho deciso di fare il lavoro più bello del mondo: quello del Consulente Immobiliare.

Amo definirmi un “Personal Shopper Immobiliare” perché offro ai miei clienti un servizio minuzioso e sartoriale, dedicando una grande cura alle singole e specifiche esigenze di ogni persona. Penso che la casa incida notevolmente sulla qualità della vita di ognuno di noi e sia un importante biglietto da visita, uno stile di vita, un modo di essere. 

Una casa non è una questione di mattoni, ma di cuore!

Che cos’è per te l’innovazione?

L’innovazione è il cambiamento che innalza l’asticella di una professione.

Se qualcuno si evolve con successo, è inevitabile che gli altri lo seguano, cercando di emularlo. Per quanto riguarda la mia professione l’innovazione è nel digitale, nella collaborazione qualificata tramite reti MLS, nel social media marketing e nell’uso di strumenti sempre più evoluti.

Quando hai deciso di cambiare il tuo modo di lavorare?

Qualche anno fa, nel 2012 per la precisione. Mi ero stancato di trattare il bene più prezioso di questo mondo, la casa, come un prodotto dozzinale.

La scelta di lavorare solamente con immobili altamente profilati e qualificati mi ha fatto svoltare: preferisco avere pochi incarichi, gestiti in modo eccellente. Gli immobili che tratto in esclusiva sono completi del corredo documentale, preventivamente verificati (mediante tecnici di mia fiducia), altamente profilati e fotografati da fotografi professionisti, con la tecnica dell’home staging.

Ho scelto di lavorare sulla qualità anziché sulla anziché sulla quantità, e per qualità intendo anche qualità nelle relazioni che si creano con i Clienti.

Credo fermamente nel valore sociale dell’agente immobiliare sul territorio. Inoltre un grande contributo verso il salto di qualità lo devo al mio coach Gian Luigi Sarzano che in questi anni mi ha fatto crescere tantissimo.

Mi puoi parlare dell’home staging?

Un potentissimo strumento di marketing indispensabile per presentare in maniera eccellente gli immobili.

Rispondo con un’altra domanda: Andresti mai ad una cena importante in pigiama? La risposta immagino sia NO.

Per lo stesso motivo, a mio avviso, è assolutamente fondamentale preparare un immobile ad un appuntamento importante: quello con i potenziali acquirenti. L’immagine è il primo biglietto da visita per distinguersi dalla massa.

Ti aiuta qualcuno a gestire i tuoi canali digitali (Pagine social, blog, sito) o fai tutto da solo?

Gestisco tutto in prima persona. Sono un forte appassionato di social media marketing, negli anni ho fatto molta formazione e continuo costantemente a studiare perché di migliorare non si finisce mai.

Come vedi il futuro dell’agente immobiliare?

Credo che ci saranno molte più collaborazioni tra colleghi e gli immobili saranno sempre più qualificati. Inoltre le agenzie immobiliari si evolveranno offrendo servizi sempre più qualificati per le esigenze della clientela.

Come si innova la professione di agente immobiliare?

Per cambiare il nostro lavoro dobbiamo intanto cambiare il nostro punto di vista. Credo che sia necessario pensare prima ai Clienti, poi agli immobili.

Non vendiamo case ma intermediamo uno stile di vita futuro.

In conclusione…

Questa è la storia innovativa di Matteo e di come ha deciso di cambiare il suo modo di lavorare. Matteo sta innovando uno dei lavori più “classici” utilizzando il giusto spirito quello che lo porta a dire:

Per cambiare il nostro lavoro dobbiamo intanto cambiare il nostro punto di vista. Credo che sia necessario pensare prima ai Clienti, poi agli immobili.

Questa affermazione di Matteo mi fa pensare a Dave McClure quando afferma: “Ai clienti non importa della tua soluzione. Importa dei loro problemi.” Ecco in questo caso direi. Ai clienti non importa degli immobili che gli vuoi vendere. Ai clienti importa comprare la casa che sognavano.

RACCONTAMI LA TUA STORIA

Sono sempre alla ricerca di storie da ascoltare e da condividere, se anche tu ne hai una da raccontarmi puoi farlo come e dove vuoi, di seguito ti lascio i miei contatti

VUOI FAR CONOSCERE QUESTA STORIA? 

CONDIVIDILA CON I TUOI AMICI

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email