La storia di Velasca

Questo articolo fa parte della rubrica “storie di innovazione”: uno dei contenuti extra diDa grande farò l’innovatore

COME INNOVARE IL LAVORO DI CALZOLAIO

La storia di innovazione di  Enrico Casati e Jacopo Sebastio i fondatori di Velasca

Questa storia parte da Singapore, passa per Milano e arriva in un piccolo laboratorio artigiano nelle Marche, la patria delle scarpe Made in Italy.

A Singapore lavorava Enrico, un ragazzo milanese laureato alla Bocconi. Qui a Singapore Enrico aveva un problema: non riusciva a trovare un mocassino che facesse al caso suo. 

Poteva acquistare delle scarpe fatte in Cina ma di bassa qualità oppure rivolgersi ai Brand del Made in Italy ma spendendo tanti soldi.

Velasca: tradizione, passione e innovazione

Velasca

“Siamo fatti per chi non vuole seguire le mode ogni sei mesi ma ricerca uno stile senza tempo e dà valore alla tradizione.”

Come ha risolto il problema Enrico?

Ha approfittato di una visita del fratello e si è fatto portare un paio di mocassini acquistati in un negozio di Milano. Un prodotto di qualità, fatto in Italia, ma con un prezzo a lui accessibile.

Da quel momento il problema di Enrico è diventato il suo lavoro…e anche quello di Jacopo il suo socio.

Questa che ti racconto è una storia di innovazione applicata al mondo dell’artigianato. La storia di come Enrico e Jacopo sono riusciti a innovare il lavoro di calzolaio.

Come mai quel problema è diventato il lavoro di Enrico e Jacopo?

Perché si sono resi conto che quel problema ce l’avevano tante persone e quindi hanno usato l’innovazione per risolverlo.

Enrico e Jacopo, infatti, sono stati molto bravi nel mettere in pratica uno dei pilastri dell’innovazione cioè l’INNOFORMULA®.

(Se non lo hai fatto di consiglio di leggere l’episodio dedicato a questo argomento: Cos’è veramente l’innovazione)

L’innoformula (di Ivan Ortenzi ed Ernesto Ciorra) ci dice che l’innovazione è:

Creatività x Esecuzione x Attrattività = Valore

Qual è il valore offerto da Enrico e Jacopo?

Enrico e Jacopo sono i fondatori di Velasca, un brand di calzature artigianali made in Italy. Un prodotto di qualità con uno stile senza tempo.

Prima ti ho detto che il problema di Enrico è diventato il suo lavoro, infatti è proprio così. Quante persone vorrebbero acquistare scarpe di qualità al giusto prezzo come è successo a Enrico quando era a Singapore?

Da quella sua esigenza è nata la sua azienda.

Velasca si rivolge a coloro i quali vogliono acquistare scarpe di alta qualità ma accessibili. Grazie al web hanno accorciato la filiera e hanno messo in contatto diretto gli artigiani e le persone.

Quello offerto da Velasca è un valore immenso sia per chi acquista sia per chi produce: piccoli artigiani che altrimenti sarebbero stati tagliati fuori dal mercato.

Chi produce le scarpe?

Le scarpe sono tutte realizzate nelle Marche da piccoli artigiani che lavorano come una volta, portando avanti la tradizione tipica della regione italiana con più storia sotto questo punto di vista ma che grazie a Velasca hanno visto come innovare il lavoro di calzolaio!

Enrico, Jacopo e tutti i collaboratori di Velasca mettono in contatto tutti i giorni gli acquirenti con i produttori grazie a una piattaforma online che permette a tutti di acquistare ovunque e ricevere le scarpe direttamente a casa.

Quindi è tutto online?

No, in questa storia di innovazione le attività offline sono sempre state fondamentali.

Nel 2013 i fondatori di Velsca acquistarono un’Apecar con la quale si spostavano per Milano, parcheggiavano fuori dalle aziende. Lì facevano provare e vendevano le scarpe ai dipendenti che uscivano in pausa pranzo.

(Un altro elemento fondamentale per l’innovazione: identificare il proprio cliente, la propria buyer persona)

L’apertura delle “botteghe”

Nel 2015 aprono la prima di alcune “Botteghe” che come troviamo scritto nel loro sito:

“per noi non sono semplici negozi fisici, ma la reale estensione della nostra presenza sul web. Sono dei monomarca e diventano sia un punto d’incontro per chi vuole toccare con mano le nostre scarpe sia un momento per conoscere le persone che condividono la nostra stessa filosofia di vita.

[…]

Qui puoi provare le scarpe e farle recapitare a casa, oppure puoi ordinare comodamente dall’iPad per poi venire a ritirarle in negozio.”

Qual è la sfida innovativa di Velasca?

Porre il cliente, le sue esigenze e la sua esperienza di acquisto in una posizione centrale.

Leggi come descrivono la loro esperienza di acquisto:

“Questa parte di storia è dedicata a te, dove suoniamo al campanello di casa per portarti le scarpe che hai scelto. Dall’artigiano a casa tua, senza nessun passaggio intermedio che fa gonfiare inutilmente i prezzi, è come concepiamo il nuovo modo di fare la distribuzione.

[…]

Chiunque può, seduto sul divano di casa propria, andare sul web e farsi recapitare le scarpe il giorno dopo senza bisogno di uscire e andare al negozio fisico. Se sbagli numero, ci rimandi indietro le scarpe a spese nostre. L’idea è quella di rendere l’esperienza dello shopping il più rilassante e divertente possibile. È la nostra sfida più grande, e non vogliamo fermarci.”

Cosa impariamo da questa storia?

Grazie a questa storia vediamo che chi applica bene i principi dell’innovazione come l’individuazione della propria buyer persona e una corretta offerta di valore (insieme a tanta costanza) raggiunge il successo.

Ma questa storia ci insegna anche un’altra cosa fondamentale per chi vuole fare innovazione. L’importanza di avere una mentalità aperta!

Questa non è solo la storia di Enrico e Jacopo, giovani milanesi laureati, è anche la storia di quegli artigiani che hanno capito l’importanza di affidarsi a Velasca per continuare a fare il loro lavoro in modo tradizionale ma offrirlo ai clienti di tutta Italia in maniera innovativa.

I contenuti contenuti in “Come innovare il lavoro di calzolaio” sono stati tratti da:

  • https://it.velasca.com/pages/storia
  • https://it.shopify.com/blog/milano-velasca-scarpe
  • http://www.businesspeople.it/People/Protagonisti/Velasca-il-business-corre-sul-Web-80755

RACCONTAMI LA TUA STORIA

Sono sempre alla ricerca di storie da ascoltare e da condividere, se anche tu ne hai una da raccontarmi puoi farlo come e dove vuoi, di seguito ti lascio i miei contatti

VUOI FAR CONOSCERE QUESTA STORIA? 

CONDIVIDILA CON I TUOI AMICI

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email