PARTI SUBITO!

NON RIMANDARE A DOMANI QUELLO CHE AVRESTI DOVUTO FARE IERI

Fino ad adesso abbiamo analizzato una serie di fattori indispensabili per iniziare a portare l’innovazione all’interno della tua attività lavorativa.  Tutti questi fattori pongono la loro attenzione su un elemento fondamentale per chi vuole fare questo percorso, cioè il cliente.

Abbiamo visto l’importanza di identificare il cliente giusto, capire i suoi problemi per offrirgli le giuste soluzioni e poi abbiamo visto l’importanza di porlo al centro della nostra attenzione curando tutti gli aspetti del rapporto con il nostro prodotto / servizio. 

Sembra proprio, quindi, che ora sei pronto per iniziare questo fantastico percorso. Sei pronto per diventare parte attiva di questa fantastica rivoluzione.

Secondo te non ci stiamo scordando niente?

Secondo me sì. Secondo me prima di partire per questo viaggio così affascinante ci dobbiamo soffermare sul secondo (non in ordine di importanza)  pilastro dell’innovazione.

Non ti dimenticare di te!

Tu sei la seconda gamba per far sì che l’innovazione della tua impresa (professione, attività, lavoro… chiamalo come vuoi) porti i frutti che ti aspetti. 

Il tuo lavoro non si può innovare senza di te!

Per fare innovazione avrai bisogno di strumenti, di conoscenze, a volte di investimenti, ma prima di tutto avrai bisogno della tua mentalità! Qualcuno ti dirà: è tutta una questione di mindset, cioè di come “imposterai” la tua mente. 

Se volessimo dirci la verità dovremmo ammettere che la nostra mente non è sempre pronta ad accettare i cambiamenti. Siamo abitudinari, ci muoviamo più tranquillamente in ambienti e situazioni che conosciamo.

Ora non voglio stare qui a fare una lezione di psicologia applicata, non ne ho le capacità e non è questo il mio obiettivo. L’obiettivo di questi contenuti è offrirti strumenti utili per innovare il tuo lavoro. 

Ma come abbiamo detto prima qualsiasi strumento non sarà efficace senza il tuo impegno. Per questo ti faccio vedere una cosa che  per me rende molto bene l’idea.

comfort zone

Questa immagine, usata da molti in molti contesti, mostra molto efficacemente i progressi che si fanno quando si esce dalla propria zona di comfort. 

Per fare innovazione è necessaria la tua voglia di uscire dalla zona di comfort e la tua determinazione nel veder crescere il tuo lavoro! Se hai questi elementi sei pronto per partire.

Quando è ora di iniziare questo viaggio?  

Ora! Parti subito!

Sì lo so che ora sei impegnato in un’altra attività, che prima d iniziare a innovare il tuo lavoro ci sono tante cose da fare. Che lavori da solo o comunque siete sotto dimensionati e quindi troppo indaffarati per iniziare questa rivoluzione.  

So pure che hai compreso perfettamente l’importanza di fare qualcosa per aiutare il tuo lavoro a ripartire, ma so che ora non è il momento perché più avanti lo potresti fare meglio!

Ti faccio rispondere da Rob Moore.

“Chi è la persona a cui è più facile mentire? Te stesso. La pre-crastinazione è parente della procrastinazione attiva, che ti porta ad agire, a crearti un giorno indaffarato senza realmente “fare” qualcosa. Spesso ci auto-inganniamo mettendo nella lista delle cose da fare, attività piccole o di poca importanza: eseguirle porta via tempo, ci tiene occupati. Inutilmente. Devi assumere il controllo e fermare questa parte sadica di te stesso che ti costringe a sprecare energia per nessuna buona ragione. Start Now con qualcosa di importante e ad alta priorità.”

Rob Moore – Start Now. Get Perfect Later 

 

Ti assicuro che non sto sminuendo nessuna delle attività che ogni giorno fai per portare avanti il tuo lavoro. Però ti invito a fare una riflessione. 

Pensi che il tuo lavoro abbia bisogno di essere innovato per garantirgli futuro?

Se la risposta è sì, allora ti invito fortemente a trovare il tempo per iniziare e portare avanti quei processi innovativi che ti aiuteranno ad andare avanti. 

Qualche giorno fa ho letto in Linkedin questa frase che mi è piaciuta molto quindi la voglio condividere con te.

“Sebbene l’innovazione rappresenti l’assicurazione attraverso cui le imprese favoriscono la propria sopravvivenza […]”

Alessandra Luksch – Direttore Digital Transformation Academy

Questo è l’inizio di un articolo che parla della necessità di misurare l’impatto dell’innovazione all’interno delle aziende, ma vorrei concentrarmi su quella che è la premessa, cioè che l’innovazione è “l’assicurazione attraverso cui le imprese favoriscono la propria sopravvivenza”.

Questa assicurazione non si acquista dal tuo assicuratore di fiducia o direttamente su qualche comparatore online. Il premio di questa assicurazione lo paghi ogni giorno con le tue scelte. 

Chiudo sempre con Rob Moore che scrive nel suo libro una cosa che ti avranno detto tante volte nella tua vita. 

“Non rimandare a domani quello che deve essere fatto oggi”

TI È PIACIUTO QUESTO EPISODIO? 

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email

NEL PROSSIMO EPISODIO…

Chi si appresta a intraprendere una strada nuova non ha molte certezze, ma una sicuramente: commetterà qualche errore.
Conosci la storia di Thomas Edison?

VUOI AVERE TUTTI GLI EPISODI SEMPRE DISPONIBILI ANCHE OFFLINE?

RICEVERAI LA SERIE COMPLETA IN FORMATO EPUB DA FRUIRE DA TABLET O DA EBOOK READER!

ATTENZIONE: È GRATIS E NON FACCIO SPAM!